Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Beatrice vergine

Date rapide

Oggi: 18 gennaio

Ieri: 17 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàRavello Festival 2011 le ragioni di un successo inaspettato (per chi non le ha ancora comprese)

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Attualità

Ravello Festival 2011, le ragioni di un successo inaspettato (per chi non le ha ancora comprese)

Scritto da (Redazione), sabato 3 settembre 2011 08:26:03

Ultimo aggiornamento lunedì 5 settembre 2011 12:00:41

Riceviamo e pubblichiamo nota trasmessa alla redazione dallo staff del Ravello Festival che illustra nel dettaglio le ragioni della riuscita di un'edizione segnata dalle difficoltà legate innanzitutto alla mancanza di fondi. La missiva, che proponiamo integralmente di seguito, risponde ai soliti denigratori animati dalla cultura del sospetto.

Come si giudica la riuscita di un festival? Dal numero di biglietti venduti? Dal numero di spettatori presenti? Dalla quantità e dalla qualità degli eventi proposti? Dal grado di soddisfazione del pubblico? Dal riscontro di stampa? Ognuno di questi, probabilmente, è un parametro plausibile: lo staff del Ravello Festival li ha presi tutti in considerazione nel redigere la tabella finale, oltre a tenere conto del budget disponibile e del numero di omaggi distribuiti nel corso della manifestazione.

Ne ha ricavato l'immagine oggettiva di un successo, confortante e comunque incrementabile; certamente non di un "fallimento", come alcuni detrattori hanno pure scritto.

Un giudizio critico, in senso "etimologico" (qualcuno direbbe "epistemologico"...) non può non tenere conto di dati oggettivi, delle cifre: difficile riaffermare che ci si trovi di fronte ad un minor numero di eventi quando il pallottoliere dimostra il contrario. E tirare fuori la storia dei ritardi nella comunicazione del programma, oggi, a bocce ferme, diventa pretestuoso: sappiamo tutti quali traversie istituzionali abbia vissuto la Fondazione durante l'inverno scorso, e sappiamo pure come il Festival, per questo motivo, sia stato a rischio; l'averlo portato a termine, con successo, torna ad esclusivo merito dell'organizzazione (per inciso: la conferenza stampa 2011 si è tenuta a maggio; quella del 2010 a giugno.

Niente traveggole, ovviamente, ma memoria corta sì). Resta, è vero, il dispiacere per avere dovuto rinunciare alla Scuola "Lisa Mascolo" (non Mansi), per molti motivi, organizzativi ed economici: speriamo sia una rinuncia momentanea. La Scuola è stata e, speriamo, sarà, un'attività importante della Fondazione Ravello.
I dati ufficiali, pubblicati sul sito già da due giorni, non sono ovviamente "falsati" (citiamo uno dei commenti all'articolo di Positano News del 30 agosto scorso), per quanto la cultura del sospetto si insinui sempre, fomentata da riflessioni giornalistiche sin troppo istintive: chiunque avesse la pazienza di scorrere i borderò di tutte le manifestazioni (bollettini ufficiali della SIAE) potrà rendersene conto.

A meno di non ritenere che anche la SIAE sia complice del misfatto ordito dal Ravello Festival...! Piuttosto, viene da chiedersi perché mai l'edizione 2011 debba essere "salvata" da Positano News o da qualche organo di stampa: si è "salvata" da sola, e alla grande. Anzi, ha fatto molto di più, e non ha bisogno davvero della benevolenza né del "buonismo" di alcun censore. Nessun organizzatore mette mano ad un progetto ritenendolo in partenza "minore": sarebbe un progetto perdente.

Lo staff ha lavorato, questo è vero, con minori mezzi economici, ma puntando al risultato di sempre, ottenendo alla fine risultati significativi, per fortuna e per merito. Parlare di "fallimento" o, nel migliore dei casi, di "tenuta" è, evidentemente, frutto di scarsa attenzione o magari - speriamo di no - di attenzione pretestuosa nei confronti di un festival che evidentemente non conquista la simpatia di qualcuno. Che poi un progetto culturale debba e possa ispirare simpatie e antipatie, per motivi di rado dettati dal sacro fuoco dell'Arte, è davvero singolare....

Qualsiasi direttore di giornale ha il diritto di pubblicare o meno una notizia: non ha alcun obbligo in questo senso, per carità. Ma non dovrebbe mai, comunque, negare l'evidenza dei dati. Tanto più quando i dati sono chiarissimi, come in questo caso. Non si capisce come e perché, ad esempio, debba entrare nel computo delle presenze agli eventi il confronto con le entrate di Villa Rufolo. Semmai queste avranno un'incidenza nel calcolo dell'afflusso alle mostre, che nella tabella fin qui prodotta non compare semplicemente perché una delle tre mostre del Festival 2011 (quella di design) è ancora in corso.

Alla fine di settembre, il sito riporterà anche questo dato, confortante in prospettiva e certamente correlato a quello degli ingressi alla Villa, tenuto conto di come, da anni, le mostre siano ospitate all'ingresso del complesso monumentale e siano ad ingresso gratuito; il che, ne converranno anche i censori più severi, non è un delitto.

Lo Staff del Ravello Festival

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Quello show di Beppe Grillo a Ravello nel 1994, contro politici e luoghi comuni

Si pubblica pezzo d'archivio, de "Il Mezzogiorno" datato 7 agosto 1994, a firma del giornalista Antonio Nastri (figlio di Sigismondo), cronaca dello show del che il comico Beppe Grillo tenne nella piazza Vescovado di Ravello la sera prima. Non ha gradito che, contemporaneamente, sull'altro lato della...

2018 Anno europeo del patrimonio culturale, Centro Universitario di Ravello ancora protagonista

Il 2018 è stato dichiarato "Anno europeo del patrimonio culturale". Il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, istituzione sovranazionale dalla forte ispirazione europeista nato 35 anni fa per iniziativa del Consiglio d’Europa, da tempo guarda a questo appuntamento con particolare...

«Le vere capitali non concorrono», Vittorio Sgarbi commenta l'esclusione di Ravello-Costa d'Amalfi

«Le vere capitali non concorrono; si distinguono per quello che sono e per quello che fanno». A ribadire il concetto, suo personale, è Vittorio Sgarbi alla notizia della mancata inclusione di Ravello tra le dieci città candidate al titolo di capitale italiana della Cultura 2020. «Ho sempre risparmiato...

«Debito elevato e fatture non pagate entro scadenze», Ausino spiega perchè ha chiuso i rubinetti a Villa Cimbrone

L'Ausino spa, società che gestisce i servizi idrici integrati di Ravello, rappresenta le proprie ragioni in relazione al distacco forzato delle fornitura idrica operato al complesso di Villa Cimbrone lo scorso 12 gennaio. Per la società presieduta da Mariano Agrusta si tratta di una questione di morosità...

Ravello-Costa d'Amalfi esclusa, non sarà Capitale Italiana Cultura 2020

Svanisce il sogno di Ravello-Costa d'Amalfi Capitale italiana della Cultura 2020. Questo pomeriggio il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha annunciato le dieci città che si contenderanno l'ambito titolo. Si tratta di Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro,...