Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Massimiliano K.

Date rapide

Oggi: 14 agosto

Ieri: 13 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniAttualitàQuel senso d'amicizia che la montagna è capace di esaltare

Gusta Minori edizione 2018, Varietà il 24, 25 e 26 agosto a Minori in Costiera Amalfitana Marilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfi Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giorno Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Attualità

Quel senso d'amicizia che la montagna è capace di esaltare

Scritto da (Redazione), venerdì 17 febbraio 2012 08:57:23

Ultimo aggiornamento lunedì 20 febbraio 2012 08:24:46

di Nicola Anastasio* - Domenica scorsa si è tenuta la prima della serie di escursioni che la Movicoast, in collaborazione con l'Assessorato all'Ambiente del comune di Ravello, ha in programma sino alla fine dell'anno.

Nonostante le previsioni meteo non escludessero qualche nevicata gli organizzatori non avevano cancellato l'appuntamento: troppo allettante l'idea di seguire le "vie dell'Acqua", costeggiando l'acquedotto del Ceraso per arrivare sino a Santa Maria dei Monti percorrendo sentieri insolitamente innevati.

Così con la stessa coordinazione ed entusiasmo che hanno contraddistinto il primo anno di vita dell'associazione ravellese, il piccolo gruppo si è ritrovato puntuale e si è incamminato con temperature rigide ma con un beneaugurante, insperato cielo sereno.

Così quella che poteva essere frettolosamente considerata come una escursione un po' azzardata si è invece rivelata un'esperienza unica, che merita di essere raccontata anche per dar modo di comprendere qual sia il senso di questo progetto di escursioni lungo i tanti sentieri che da Ravello salgono sui Monti Lattari.

La passeggiata, l'escursione è una "ri-scoperta" del nostro territorio, un modo per toccare con mano e analizzare criticamente - condividendo esperienze e idee - i tanti aspetti che in positivo o in negativo contraddistinguono il paesaggio montano che i nostri avi hanno senz'altro più di noi pienamente vissuto.

Cercheremo in poche istantanee di fotografare i momenti salienti ed i temi delle discussioni che hanno accompagnato l'escursione.

Lasciata Ravello, e attraversando Scala, e poi passo dopo passo verso Punta d'Aglio, si è avuto modo di analizzare la morfologia e le caratteristiche dell'abitato, sia quello storico che quello più recente, sia quello realizzato con cura che quelo con evidente approssimazione, toccando temi delicati, purtroppo cari a tanti detrattori e ben pochi esteti.

A seguire, abbandonato il contesto più antropizzato, si sono presentate dinanzi agli occhi le coltivazioni a terrazze tipiche della zona, i cui segni di abbandono per la latitanza istituzionale nel dare ausilio e reale sostentamento al settore agricolo sono ormai sempre più evidenti.

Iniziato il lungo sentiero panoramico che sovrasta la valle delle "Ferriere" si sono rinvenute le prime tubazioni dell'acquedotto del Ceraso, opera d'ingegneria idraulica del periodo fascista, che canalizzò le acque della sorgente posta in alta quota rendendola fruibile agli abitati di Amalfi e Scala.

Mantenendosi alla destra del torrente sempre più rumoroso e che più in basso sfocerà Amalfi, si è raggiunto il quadro naturale scolpito nel letto del fiume che simbolicamente definisce la località "A' fica e a' noce" ed è quindi iniziata la ripida ascesa verso la bocca di presa dell'acquedotto.

Ha spezzato l'incedere attraverso uno stretto sentiero la sosta per le foto alla cascata che, grazie alle ingenti precipitazioni di questo gelido febbraio, appariva finalmente vigorosa.

Seguendo vasche e pozzetti ricavati dall'uomo per superare i salti di quota del pendio, e i ponticelli (per superare gli avvallamenti) con le canalizzazioni in ghisa - in parte sostituite con materiale plastico - si giunge al punto di origine dell'opera, che attraverso una galleria in roccia ad 800 metri di altezza raccoglie le acque della sorgente.
E lì al confine tra il comune di Scala e quello di Agerola, lasciata l'opera con cui l'uomo ha sfruttato in maniera costruttiva quello che la natura gli offriva, il gruppo, guidato da Pasquale Palumbo, ha lasciato in basso lo scenario autunnale, per raggiungere, a 1050 metri il passo detto "Imbarrata" inerpicandosi attraverso il sentiero completamente innevato e difficilmente riconoscibile.

Raggiunta l'incrocio di sentieri sulla sella e aver scambiato qualche chiacchiera con altri escursionisti provenienti da Agerola, si è attraversato il sentiero costantemente recintato che taglia la Riseva Naturale della Valle delle Ferriere e che, in leggero declivio, arriva a Santa Maria dei Monti. Un lungo ma piacevole passeggio in mezzo ai castagneti per riprendersi dalla fatica della salita. Uno scenario che non ha nulla da invidiare a quelli ben più rinomati delle piste da sci da fondo alpine, che ci lascia sempre più pensierosi per le modalità poco concrete con cui i nostri incantevoli luoghi montani vengono valorizzati e pubblicizzati.

Un vero "last minute" da proporre al mercato turistico... Escursioni sui monti innevati della Costiera Amalfitana, come quei fiori bellissimi che nascono e muoiono nell'arco di un giorno e devi essere pronto a coglierne il profumo per non perderlo.

Poi l'arrivo a Santa Maria dei Monti, preceduto da un rapido slalom tra le cavità e le gabbionate scomposte, resti memori della tragica recente alluvione di Atrani.

Sull'altopiano il comune di Scala da pochi anni ha efficacemente ristrutturato gli immobili di proprietà, rendendoli idoneo punto di rifugio e accoglienza per gli escursionisti che vogliono passare un po' di tempo immersi in uno scenario d'altri tempi senza rinunciare ai confort.

E grazie alla disponibilità del sindaco di Scala, Luigi Mansi e dell'assessore al turismo Lucia Ferrigno, il gruppo della Movicoast partito da Ravello alle 8.30 si è ritrovato all'interno del rifugio con quello partito da Scala alle 10.30. Un pranzo frugale, con il calore della fiamma dei camini a legna, durante il quale ci si è scambiati opinioni, pareri e... vettovaglie, ravvicinati da quello spirito di amicizia che solo la montagna riesce ad esaltare.

Terminato il pranzo si è iniziata la discesa verso la frazione Santa Caterina di Scala, con la neve che rendeva allo stesso tempo scivoloso e veloce il tracciato, e senza la quale sarebbe apparso cosparso di pietre e per ampi tratti sconnesso.

Il ritorno a Ravello, attraverso località Seggio a Scala e quindi Casa Bianca di Ravello, ha sfiorato la condotta che portava l'acqua dal pozzo di Santa Caterina al serbatoio del Lacco a Ravello prima che fosse chiuso a causa dell'inquinamento riscontrato nella falda sottostante. Sempre nelle vicinanze, dalle tubazioni divelte dalle piene del torrente Dragone, si riversa nuovamente nel fiume l'acqua captata dalle sorgenti del "Lavatoio" un tempo luogo usato dalle nostre nonne per lavare i panni. Un ottimale utilizzo di queste fonti ci permetterebbe probabilmente di alimentare in maniera ottimale Ravello, e quindi affrancarla dalla dipendenza da quella che viene pompata dall'acquedotto ch circa 400 metri più in basso, fornisce i paesi della Costiera.

Gli escursionisti si sono salutati alle 17, a Ravello, contenti di aver percorso ancora una volta o scoperto (per chi non era illuminato) spazi consistenti del proprio territorio, per aver parlato, condiviso per quasi 9 ore impressioni, idee e sensazioni che sono un forte stimolo a lavorare con serietà e consapevolezza a rivalutare e far amare di più la nostra terra.Il programma delle prossime escursioni, tutte gratuite, sarà pubblicato a breve.

*presidente Movicoast

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Governo pensa al ritiro immediato della patente per chi viene trovato al cellulare mentre guida

Il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli pensa al "ritiro immediato della patente" per chi viene sorpreso a utilizzare il cellulare mentre è alla guida. La misura si inserisce nel quadro di un "ragionamento sull'inasprimento delle sanzioni" per queste tipologie di violazione del codice della strada...

Elogio della diversità (non solo bio)

di Raffaele Ferraioli* Ci vuole un notevole coraggio per inserire in un programma tendenzialmente ludico come quello dell'evento denominato "Calici di Stelle", svoltosi il 10 Agosto scorso a Tramonti, un convegno sul tema: "La biodiversità della viticoltura eroica, tra sperimentazione e riscoperta del...

Buon compleanno Vincenzo. E perdonaci

di Antonio Schiavo Buon compleanno Vincenzo. Tu non mi conosci ed io so di te solo le cose che ci hanno raccontato le cronache di quella maledetta mattina di luglio. Ho visto una tua foto: sei sorridente. Di un sorriso pulito. Specchio dei sogni che si sognano quando si ha la tua età, dei progetti che...

Minori: Campanile dell’Annunziata di nuovo visitabile grazie al lavoro dei volontari

Ci sono volute quattro ore di lavoro, 24 scout di Termini Imerese, nove volontari di Make it Blue (di Acarbio Costiera Amalfitana e Campi di Volontariato Internazionale YAP Italia) per far diventare di nuovo visitabile il bel Campanile dell'Annunziata del XII secolo che svetta con le sue bifore e decorazioni...

Conversazioni sotto l'ombrellone con don Vincenzo Taiani - Estate 2018

di Alberto Quintiliani* - Puntuale, come l'arrivo delle rondini, del festival di Ravello e del caldo africano, anche quest'anno arriva la consueta "chiacchierata" sotto l'ombrellone con Don Vincenzo Taiani. Mentre preparavamo una sorta di scaletta degli argomenti da trattare - appunto sotto il "fresco"...