Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 18 minuti fa S. Lorenzo da Brindisi

Date rapide

Oggi: 21 luglio

Ieri: 20 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàOrdine dei Giornalisti, Carlo Verna da Scala: «O si cambia o si chiude»

Frai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Attualità

Circa la proposta di abolizione dell'Ordine professionale

Ordine dei Giornalisti, Carlo Verna da Scala: «O si cambia o si chiude»

Scritto da (Redazione), giovedì 13 settembre 2018 09:09:48

Ultimo aggiornamento giovedì 13 settembre 2018 12:10:52

di Carolina Milite*

«Siamo in una fase delicata in cui bisogna governare una grandissima trasformazione culturale: il rapporto tra l'opinione pubblica e la stampa. I giornalisti per troppo tempo sono stati abituati a detenere l'esclusiva della produzione d'informazione e oggi non è più così. Dobbiamo costruire ex novo un sistema che, da un lato abbatta le barriere di accesso alla professione, e dall'altro lato confermi delle garanzie senza limitare le libertà».

A dirlo è il presidente dell'Ordine nazionale dei Giornalisti Carlo Verna, sabato scorso, ospite a "Scala incontra New York". Sollecitato dal presidente dell'Associazione Giornalisti Cava-Costa d'Amalfi "Lucio Barone", Emiliano Amato, che ha condotto la lunga sessione pomeridiana degli incontri con gli illustri ospiti convenuti all'evento, Verna ha affrontato un argomento di scottante attualità: la riforma dell'Ordine dei Giornalisti. Nelle scorse settimane, infatti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'informazione e all'editoria, Vito Crimi, aveva comunicato l'intenzione del Governo di valutare ad ottobre, dopo il processo di autoriforma in corso, la possibilità di «abolire l'Ordine dei giornalisti».

Dopo un confronto con Verna, Crimi ha comunicato la disponibilità ad attendere una proposta di autoriforma dell'Ordine, per comprendere «se sarà in grado di rispondere alle criticità sollevate sulla necessità che esista un albo dei giornalisti, un organo che possa decidere chi può scrivere notizie e chi no».

Dal salotto di Scala, a cui ha preso parte anche il presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana Beppe Giulietti, Verna ha ammesso la complessità del momento, confermando, però, la possibilità di rivoluzionare la legge in vigore. «Cinquant'anni fa i giornali erano delle grandi navi scuola all'interno delle quali vi erano grandi maestri da cui si poteva imparare il mestiere. Oggi invece - ha detto il presidente - le iniziative sono tantissime e polverizzate, i contesti formativi invece assenti. Stranamente, sono aumentate le testate, ma sono diminuiti i posti di lavoro».

Nel quadro manca un controllo serio sull'effettiva formazione del giornalista. La rivoluzione che il Presidente dell'Odg ha in mente e vuole attuare è proprio questa: una formazione di tipo accademico. Questo perché il giornalismo professionale deve assumersi un compito fondamentale: quello di essere da esempio rispetto al linguaggio d'odio che circola in rete. «C'è bisogno di un soggetto che fornisca delle garanzie - è il punto focale del discorso di Verna - e che porti sempre il tutto nell'ambito dei valori costituzionali. Esistiamo come Ordine dei giornalisti in base a una Legge dello Stato e a quella Legge facciamo riferimento. Esistono dei valori costituzionali e chi fa il giornalista non può esimersi dal conoscerli e dal difenderli».

Il presidente dei giornalisti italiani è andato al cuore della questione rispondendo sulla paventata ipotesi di abolizione dell'Ordine: «L'Ordine dei giornalisti non ha timore che qualcuno oggi al governo possa volerci abolire. Non è questa la posta in gioco - ha proseguito Verna - io ho spiegato a chi ha parlato di ciò che questo terreno di confronto non mi spaventa. Non sono arrivato alla guida dell'Odg per difendere l'esistente, ma sulla base di un concetto che è maturato all'interno della categoria in questi anni: o si cambia o si chiude perché è del tutto evidente che così non può funzionare».

Una formazione rigorosissima è il concetto basilare del pensiero sviscerato. «Dobbiamo pretendere il rispetto delle regole deontologiche, dobbiamo far sì che sia una formazione permanente e che sia seguita dall'Ordine. Di contro, però, dobbiamo dire - ci tiene a puntualizzare - che non può essere nostra responsabilità la qualità della classe giornalistica perché essa è frutto di un sistema valoriale e d'istruzione del sistema paese. Però noi non possiamo esimerci dal dare il nostro contributo».

*componente Assogiornalisti Cava de' Tirreni-Costa d'Amalfi

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Giffoni, “Cinedù School Movie Awards”: agli alunni di Maiori il premio "Miglior interpretazione"

GIFFONI VALLE PIANA - Alla vigilia dell'apertura della 49esima edizione del Giffoni Film Festival, cala il sipario su "Cinedù School Movie Awards", la rassegna cinematografica degli Istituti scolastici ideata da Enza Ruggiero, progetto alla settima edizione che quest'anno ha coinvolto le cinque le province...

De Masi rispolvera "Lo Spirito di Ravello": codice di comportamento e autodisciplina da estendere alla Costiera

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma del sociologo Domenico De Masi - in questi giorni a Ravello per le sue consuete vacanze estive - che, in questo momento di smarrimento identitario della Città della Musica e su sollecitazione di Raffaele Ferraioli, rispolvera il famoso "Spirito di Ravello",...

...incostieraamalfitana.it: a Giovanni Garufi Bozza il Premio costadamalfilibri, Serena Venditto e Francesca Gerla per i gialli-noir

È Giovanni Garufi Bozza con il saggio "Io sono un femminicida. Il maschile disperso nel terzo millennio, dal Patriarcato al Pariarcato" (Drawp) il vincitore della sezione Narrativa/Saggistica del Premio costadamalfilibri della 13esima edizione di ..incostieraamalfitana.itFesta del Libro in Mediterraneo....

Le ragioni di Domenico De Masi

di Raffaele Ferraioli* Non ho il privilegio di essere annoverato fra gli amici di Domenico De Masi. Nutro per lui grande stima, anche se non sempre condivido le sue idee. Ho letto sulle pagine del Corriere del Mezzogiorno di ieri (clicca qui) alcune sue affermazioni, non nuove ma sempre interessanti,...

Santa Trofimena, a Ravello ristabilita antica usanza del vino offerto ai viandanti per Minori

Ritorna l'antica tradizione del vino offerto ai viandanti in occasione della festa di Santa Trofimena del 13 luglio sulla direttrice pedonale che da Ravello scollina a Minori, superato il borgo di Torello. Era il 1576 quando il facoltoso cittadino Ravellese Pietro Marciano dispose nel suo testamento...