Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Giuseppe Calasanzio

Date rapide

Oggi: 25 agosto

Ieri: 24 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaGusta Minori 2019 "Accussì Natalea" 29 - 30 - 31 agosto 2019La Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàLavoratori stagionali, monta la protesta contro la Naspi: «Rapina notturna, noi sfruttati perchè 'soli'»

"Accussì Natalea" il tema 2019 del Gusta Minori il 29, 30 e 31 agosto prossimoFrai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Attualità

Lavoro, economia, previdenza

Lavoratori stagionali, monta la protesta contro la Naspi: «Rapina notturna, noi sfruttati perchè 'soli'»

intervista in esclusiva del gruppo operativo sorto in seguito alla mobilitazione su Facebook e su Change.org

Scritto da (admin), lunedì 30 marzo 2015 08:28:28

Ultimo aggiornamento venerdì 11 gennaio 2019 18:10:41

Quale futuro per i lavoratori stagionali? Continua l'approfondimento de Il Vescovado su un tema di estrema importanza per l'economia della Costiera Amalfitana e, in generale, di tutte le zone turistiche italiane interessate dalle novità inerenti la Naspi, il nuovo sussidio di disoccupazione che sostituirà Aspi e Mini Aspi.

Ad oggi non sappiamo ancora se i pericoli prospettati saranno confermati dalle circolari esplicative dell'INPS: in caso positivo, dal 1° maggio assisteremo ad una rivoluzione epocale. I lavoratori, nel frattempo, si sono dati da fare, mobilitandosi soprattutto grazie al web. Hanno raccolto decine di migliaia di adesioni la petizione lanciata su Change.org, da consegnare al presidente INPS Tito Boeri, ed il gruppo Facebook che, costituito per supportare l'iniziativa, pullula ogni giorno di storie di persone che da tutta Italia cercano di aiutarsi nella battaglia comune. Abbiamo deciso di parlare con Giovanni Cafagna, promotore delle iniziative giunte alla ribalta nazionale, e con i componenti del gruppo operativo Antonio Penta e Simona Grossi.

Il Vescovado è una testata che parla alla Costa d'Amalfi, un territorio che ha il turismo come core business: nonostante questo, però, l'allarme che abbiamo lanciato nei giorni scorsi non è ancora arrivato a tutti. Temete che sia in atto un tentativo di attuare una "rivoluzione silenziosa"?

Non useremmo proprio il termine rivoluzione, diciamo che c'è stato una vera e propria "rapina notturna". In mezzo a tanti emendamenti e commi è stata inserita una frase che preleva parecchi introiti dalle tasche del lavoratore per versarli non si sa dove. Esattamente come una rapina notturna ben organizzata mentre passa il camion dei rifiuti a coprire i rumori.

Una delle critiche a cui i lavoratori stagionali sono oggettivamente esposti è quella di godere del "privilegio" di lavorare soltanto sei mesi, salvo poi vivere del sussidio di disoccupazione. A parte i casi limite, che andrebbero controllati e puniti, quanto credete sia vero questo luogo comune? Ritenete che possa rappresentare un handicap per la vostra battaglia?

Chi conosce anche un solo lavoratore stagionale sa che tipo di vita faccia: 40 ore settimanali in contratto che sono in realtà molte di più e mai quantificabili. Pensiamo agli hotel, ai bar, ai ristoranti: coloro che vi lavorano sanno l'ora di inizio turno e quasi mai l'orario di fine. Niente straordinario retribuito (se si è tra i fortunati un forfait che copre un numero ridicolo delle ore effettivamente impiegate). In molte attività mesi interi di lavoro senza giorno di riposo, niente ferie e la malattia è un'utopia perchè non esiste nessuno che possa sostituire chi è assente.
Le stagioni sono sempre più brevi. Si parla di 6 mesi di lavoro ma in molte regioni i mesi offerti dalle strutture sono molti meno, circa 3-4. Le strutture turistiche fanno cassa, viaggiano pochi mesi al 100% dell'occupazione sfruttando all'osso i lavoratori che non hanno altre alternative di impiego e accettano qualsiasi tipo di contratto, coscienti di essere costantemente sotto organico. La certezza di avere un po' di ossigeno nei mesi di chiusura delle attività percependo il sussidio di disoccupazione permette a padri e madri di famiglia di sbarcare il lunario, pagare un mutuo o far quadrare i conti per il resto dei mesi nei quali non esiste nessuna alternativa lavorativa. Il sussidio di disoccupazione è presente in tutti gli stati d'Europa e in misura ben più consistente rispetto all'Italia. Un esempio per tutti la Spagna la cui realtà rispetto ai lavoratori stagionali è molto simile all'Italia: 6 mesi di disoccupazione sono garantiti al 70% del salario percepito negli ultimi 6 mesi, nei mesi successivi l'assegno scende al 50%. Ma tutti i lavoratori dopo i 6 mesi tornano a lavorare stagionalmente.

La mobilitazione messa in atto sul web ha, in qualche modo, "scavalcato" i sindacati: quanto sentite vicine, come categoria di lavoratori, le vostre rappresentanze? Avete ricevuto supporto?

Il mondo dei lavoratori stagionali è uno dei settori meno sindacalizzato in Italia. Chi ha appoggi sindacali difficilmente troverà lavoro stagionalmente: questa è stata per anni l'arma dei datori di lavoro del settore. Crediamo che se non fossimo stati invisibili i sindacati si sarebbero mossi in nostro favore prima di far approvare una legge del genere e, soprattutto, meglio. Ora ci aspettiamo che, visto l'interesse e la visibilità che stiamo ottenendo con la nostra iniziativa, il tutto possa essere strumentalizzato anche dai sindacati stessi. Tutti coloro che vogliano darci una mano sono comunque i benvenuti. Questo gruppo non ha orientamento politico o sindacale, ci sentiamo solamente tutti presi in giro da un governo che ha varato una legge decidendo chi penalizzare solo sulla base dei più silenziosi. Coloro che non fanno mai sciopero, mai manifestazioni perchè lavorano 10/12 ore al giorno, 7 giorni su 7, e non hanno appoggi in alto.

Tito Boeri sarà sicuramente stato avvertito della petizione e lo stesso, è ipotizzabile, vale per il Governo: credete ci sia la possibilità di dialogare sul punto con le istituzioni?

Siamo già in contatto con esponenti vicini al Governo, a breve infatti li incontreremo. In questi giorni abbiamo la sensazione che ci stiano studiando per vedere in che modo possano neutralizzarci. Come movimento non abbiamo davvero nessuno alle spalle, e questo può essere un vantaggio, perchè non siamo ricattabili e, allo stesso tempo, siamo un gruppo di persone davvero preparate e decise ad affrontare questa esperienza.

Attendiamo tutti con attenzione le circolari esplicative dell'INPS: alla luce anche della mobilitazione di questi giorni, quanto vi sentite ottimisti?

La mobilitazione è stata straordinaria, non ci aspettavamo una risposta di queste dimensioni, ma non siamo ottimisti. Il governo si dimostra sordo alle richieste dei cittadini, la legge è appena stata approvata senza che nessun sindacato o partito politico si facesse sentire. Tutti in silenzio, tranne la deputata Sara Moretto del PD che, tra l'altro si è esposta mediaticamente già a gennaio, ma che non è stata ascoltata.
La mia - confida il fondatore del gruppo Cafagna, ndr - è stata una reazione alla rabbia che è montata nei mesi precedenti all'approvazione della legge.
Margini affinchè l'INPS possa interpretare l'articolo 5 comma 1 sono minimi, ma questo non vuol dire con un'adeguata pressione mediatica non possa venire incontro alle richieste dei lavoratori stagionali. Come in tutte le cose, è solo una questione di volontà politica.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Perché i regoli non passano mai di moda?

Ci sono giochi che non passano mai di moda, anche se sono passati molti anni dal primo utilizzo. Tra questi rientrano i regoli. Si tratta di piccoli oggetti colorati utilizzati sin dai primi anni per spiegare, ad esempio, la matematica ai bambini. I classici mattoncini sono molto amati dagli insegnanti...

«Ciao Pietro, non sarà facile tornare a scuola senza te»: il toccante messaggio dei compagni di Liceo

La morte di Pietro Villani a soli 15 anni, a causa di un incidente stradale la scorsa notte a Praiano, ha sconvolto l'intera Costiera Amalfitana. In questo momento sono numerosissimi, di familiari e amici, che si stanno portando al presidio ospedaliero di Castiglione per rendere l'ultimo saluto al povero...

Castiglione, la spiaggia del cuore nelle immagini del videomaker Mattia Barbato

La Costiera Amalfitana, si sa, ha un fascino particolare. Per questo è meta turistica ambita ad ogni latitudine. Da ogni dove, giungono visitatori, con l'intento di ammirarne ogni suo scorcio, catturarne il ricordo da ogni angolazione. Dal mare alle montagne, dagli stretti vicoli alle piazzette di paese,...

Ravello, le offerte del funerale di Vincenzo per la ricerca

Partecipazione e commozione ieri a Ravello ai funerali di Vincenzo Criscuolo, il 72enne ex impiegato Enel consumato dalla malattia invasiva contro la quale combatteva da circa un anno. La moglie Elisa e i tre figli, Michele, Massimo e Diego, ringraziano, attraverso Il Vescovado, le numerose persone che...

Prevenzione incendi: norme restrittive anche per bed and breakfast e case vacanza. Ma chi le applica?

Le vigenti norme di prevenzione incendi prevedono che "Alberghi, pensioni, motel, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, studentati, villaggi turistici, alloggi agrituristici, ostelli per la gioventù, rifugi alpini, bed & breakfast, dormitori, case per ferie, con oltre 25 posti-letto" siano...