Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Antonio abate

Date rapide

Oggi: 17 gennaio

Ieri: 16 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàConversazioni estive sotto l'ombrellone con Don Vincenzo Taiani

Salerno: Caffè Trucillo riparte dall’Accademia

Porto di Salerno, conclusa la fase di sperimentazione: si all’uscita delle navi anche di notte

OneMorePack, al via il concorso di creative packaging design

Unisa, 18 gennaio convegno di studi "Cittadinanza, cittadinanze e nuovi status"

Al Turistico di Minori si rilascia la patente europea per computer. Corsi aperti anche ad esterni

A Tramonti la festa di San Sebastiano, protettore dei Vigili Urbani

Da Comune di Ravello contributi a sostegno dell'agricoltura, 27 gennaio incontro con operatori

Ravello-Costa d’Amalfi mancata capitale della cultura: cosa non ha funzionato?

Il mondo dell'arte dice addio a Cosimo Budetta

2018 Anno europeo del patrimonio culturale, Centro Universitario di Ravello ancora protagonista

Costa d'Amalfi, cercasi autista per NCC

Amalfi, struttura extralberghiera cerca addetta alle pulizie

Minori, 28 gennaio nuova replica del Proscenio con “Natale in Casa Cupiello”

“Non è tutto merito della cioccolata” di Pietro Ravallese e “Note di Cucina Salernitana” di Alfonso Sarno allo Yachting Club di Salerno

Disservizi segnale Rai, sindaco Andrea Reale incontra dirigenti Ministero Sviluppo Economico

Marina d’Arechi, cresce sui mercati internazionali l’interesse per il nuovo porto turistico di Salerno

Salerno, un nuovo indirizzo di studio all'Istituto Nautico: “Pesca Commerciale e Produzioni ittiche”

Causò incendio in cui morì la madre, condannato 53enne di Tramonti

Ambiente. Sorrento, consegnata una videocamera subacquea alla Guardia di Finanza

“Capitale della cultura” si diventa. Senza prevaricazioni né gelosie

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Attualità

Conversazioni estive sotto l'ombrellone con Don Vincenzo Taiani

Scritto da Alberto Quintiliani (Redazione), mercoledì 18 agosto 2010 16:36:33

Ultimo aggiornamento giovedì 19 agosto 2010 15:43:55

Nella notissima canzone di Paolo Conte "Azzurro" Celentano cantava "... cerco l'estate tutto l'anno... quelle domeniche da solo in un cortile a passeggiar.... neanche un prete per chiacchierar...".

Contrariamente a Celentano, quest'anno ho avuto il piacere di conversare più volte, in maniera assolutamente informale, sotto un ombrellone della spiaggia di Maiori della Costiera Amalfitana, con un Sacerdote, che conoscevo da tempo a messa, ma con il quale, (purtroppo), fino ad oggi non avevo mai avuto modo di parlare direttamente di tanti argomenti e dubbi, comuni - credo - a moltissime persone.

In effetti, al di là delle prediche domenicali e delle confessioni (per chi, come me, è credente), non è particolarmente agevole colloquiare, appunto "fuori dai collaudati schemi" con autorevoli Prelati, soprattutto in questi ultimi tempi in cui la Chiesa è oggetto di virulenti attacchi.

Il Sacerdote, mio interlocutore, si chiama Don Vincenzo Taiani di Maiori, quasi mio coetaneo, anche se dimostra molti anni meno di me, in quanto evidentemente non "contaminato" da 40 anni di banca! Premetto che è molto interessante e piacevole conversare con Don Vincenzo, uomo molto colto, forte delle sue due lauree in filosofia e teologia (ha partecipato anche ad un "Corso di Esercizi Spirituali" con l'allora card. Ratzinger, oggi Papa Benedetto XVI), ma assolutamente "terreno", pratico e vicino al suo "gregge".

Tra le molte domande, che gli ho sottoposto, ecco soltanto alcune delle sue risposte - in considerazione della limitatezza dello spazio concessomi - risposte che possono maggiormente interessare.

d) Don Vincenzo, come giudica dal suo osservatorio gli attacchi che attualmente sta subendo la chiesa su più fronti, soprattutto e pretestuosamente per gli aspetti legati alla pedofilia e quali sono, secondo Lei, le motivazioni principali che le provocano?
r) Direi che purtroppo l'umanità si sta sempre più imbarbarendo; certi valori etici, che erano alla base della civile convivenza, si stanno sempre più affievolendo, se non addirittura scomparendo. Ogni pretesto è spunto ottimale, sia in campo politico, economico sia in quello religioso per aggredire, delegittimare o cercare di annientare il nemico di turno. In questa ottica generale vanno inquadrati gli attacchi alla Chiesa, con l'obiettivo esplicito di un suo ridimensionamento. Certo non intendo con questo sostenere che tutti i rappresentanti della Chiesa - come per tutte le altre organizzazioni - siano dei cherubini. Anche i preti sono uomini con tutte le loro (purtroppo) debolezze o devianze assolutamente da condannare, ma la generalizzazione e la mirata etichettatura negativa tende ad amplificare e a mettere sotto i riflettori un fenomeno assolutamente circoscritto e rigorosamente censurato dalla Chiesa ( come sottolinea continuamente il Santo Padre ), cercando in tutti i modi di intaccare quanto di buono fa la Chiesa in ogni parte del mondo. Evidentemente la Chiesa cattolica dà fastidio ad una pluralità di soggetti nel mondo...

d) Non crede invece, Don Vincenzo, che in una società sempre più proiettata al successo, al denaro, all'adorazione dei miti del momento, al "carpe diem", sia maggiormente necessaria l'opera magistrale della Chiesa?
r) Quello che dicevo prima circa il progressivo imbarbarimento della società civile porta di conseguenza il perseguimento di obiettivi individuali orientati pressoché esclusivamente su effimeri valori terreni, quali appunto successo, denaro e potere, elementi, questi, che inaridiscono l'animo umano, non procurano serenità e felicità, spingono all'avidità, all'ansia perenne di raggiungere sempre più ambiziosi traguardi, anche attraverso il "machiavellico" 'fine giustifica i mezzi', o il "mors tua vita mea", concetti filosofici, in cui la moralità e la solidarietà recitano un ruolo marginale, amplificando la disuguaglianza tra i pochi "eletti" e la maggioranza silenziosa ed economicamente ai limiti della mera sopravvivenza, che assume sempre più la triste connotazione delle pecorelle di dantesca memoria. Del resto per inquadrare meglio questa società sempre più abnormemente competitiva - dal momento che tu sei un musicista - possono andare bene i versi di una canzone di Morandi che tu ben conosci e che recita, secondo me largamente per difetto "... uno su mille ce la fa...". E' proprio per quello che ti ho appena detto che, secondo la mia ottica, la Chiesa deve riappropriarsi del suo ruolo centrale di indirizzo, di riposizionamento delle coscienze e di faro illuminante, nonché, ovviamente, di esempio.

d) Don Vincenzo, secondo me quello che mi ha appena detto trova conferma nella Sua predica di domenica scorsa, che mi ha colpito e, credo, rappresenti molto bene la sintesi tra i concetti da Lei espressi ed il passo del vangelo di Luca riguardante il possidente, che intendeva ampliare i magazzini per contenere una maggiore quantità di grano per la sua ricchezza, anziché distribuirla ai poveri, dimenticandosi della sua natura terrena, che non era eterna, e che il "Signore" proprio in quella sera avrebbe preso la sua anima.

Credo invece che gran parte dell'umanità, soprattutto i cd "potenti" vivano nella convinzione di essere immortali. Don Vincenzo, purtroppo, e con mio dispiacere, solo una parte di quello che ci siamo detti e continueremo a dirci prima di salutare l'estate potrà essere oggetto di pubblicazione, per ragioni di spazio, sul nostro periodico degli "ex del Monte dei Paschi di Siena", ma vorrei concludere la nostra "mini intervista" con una domanda diretta e una Sua autorevole valutazione su un argomento che fin da piccolo mi ha sempre "angosciato", a cui ho sempre risposto con la fede. Il motivo della domanda me lo sollecita un recentissimo incontro con un mio vecchio amico di Maiori, che una domenica uscendo dalla messa mi ha chiesto: ma tu sei credente?

Alla mia risposta affermativa mi ha fatto presente che lui non era credente perché sostiene che, se esistesse, Dio non dovrebbe permettere tutte le calamità, le guerre, le violenze, gli efferati crimini che sconvolgono il pianeta. A corollario di questa sua, per me non condivisibile convinzione, in quanto appunto credente, aggiungo la mia domanda: Don Vincenzo mi spieghi, se in grado, come la mente umana può, se non con l'ausilio della fede, comprendere tecnicamente il concetto di universo, cioè spazio che non finisce mai, senza confini, senza una dimensione...?
r) La superficiale convinzione del tuo amico trascura un particolare importante e cioè che Dio, creatore del mondo, ha conferito agli uomini il "libero arbitrio", cioè assoluta libertà di comportamenti. A questa concessione tuttavia ciascuno a posteriori dovrà rendere conto. Poi aggiungo: il tuo amico è per caso convinto che l'universo si sia formato per caso? Il perfetto equilibrio tra i pianeti dell'universo sia davvero conseguenza del "big bang"? E' l'alternanza delle stagioni? La nascita, la vita e la morte siano frutto del caso?

Non viene perlomeno il sospetto di un potere soprannaturale, che ha governato e governa tutte le cose terrene, che sono concetti enormi ed improponibili per la nostra ottica limitata? Per quanto riguarda la tua domanda ti rispondo con le parole di Socrate che diceva "...come nel corpo c'è un'anima intelligente, così nel cosmo c'è una intelligenza razionale che lo guida...". La limitatezza della mente umana non può assolutamente comprendere totalmente problematiche tanto complesse, fuori dalle sue capacità, che non possono trovare una terrena spiegazione razionale e che appunto ti portano spontaneamente e correttamente, come hai fatto tu, a rifugiarti nella fede e nella convinzione che anche tu, nel tuo piccolo, fai parte di un superiore progetto divino.

Se tutti si interrogassero e tenessero presenti le problematiche, di cui abbiamo succintamente parlato, che la Chiesa porta avanti coraggiosamente e con determinazione, anche in presenza di rispettabili differenziazioni religiose, che devono essere altrettanto rispettose, certamente il mondo sarebbe migliore, meno violento, più solidale, con meno diseguaglianze e consapevole che la vita rappresenta soltanto un "soffio di vento", di cui ciascuno a posteriori sarà chiamato a rendere conto, quando il Signore riterrà conclusa la individuale parentesi terrena e che pertanto gli osannati valori materiali, potere, ricchezza, successo sono soltanto falsi idoli, che vengono adorati per colmare enormi vuoti spirituali.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

2018 Anno europeo del patrimonio culturale, Centro Universitario di Ravello ancora protagonista

Il 2018 è stato dichiarato "Anno europeo del patrimonio culturale". Il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, istituzione sovranazionale dalla forte ispirazione europeista nato 35 anni fa per iniziativa del Consiglio d’Europa, da tempo guarda a questo appuntamento con particolare...

«Le vere capitali non concorrono», Vittorio Sgarbi commenta l'esclusione di Ravello-Costa d'Amalfi

«Le vere capitali non concorrono; si distinguono per quello che sono e per quello che fanno». A ribadire il concetto, suo personale, è Vittorio Sgarbi alla notizia della mancata inclusione di Ravello tra le dieci città candidate al titolo di capitale italiana della Cultura 2020. «Ho sempre risparmiato...

«Debito elevato e fatture non pagate entro scadenze», Ausino spiega perchè ha chiuso i rubinetti a Villa Cimbrone

L'Ausino spa, società che gestisce i servizi idrici integrati di Ravello, rappresenta le proprie ragioni in relazione al distacco forzato delle fornitura idrica operato al complesso di Villa Cimbrone lo scorso 12 gennaio. Per la società presieduta da Mariano Agrusta si tratta di una questione di morosità...

Ravello-Costa d'Amalfi esclusa, non sarà Capitale Italiana Cultura 2020

Svanisce il sogno di Ravello-Costa d'Amalfi Capitale italiana della Cultura 2020. Questo pomeriggio il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha annunciato le dieci città che si contenderanno l'ambito titolo. Si tratta di Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro,...

Ravello, ritorna il deserto dei Tartari: un solo ristorante aperto

Benvenuti a Ravello, o meglio nel deserto dei Tartari. Bella ma senz'anima la Città della Musica post festività natalizie, nel periodo più "buio" dell'anno (turisticamente parlando). Da domani, martedì 16 gennaio, resteranno aperti soltanto i due bar Calce, il Klingsor, ‘A Funtanella e la tavola calda...