Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniAttualitàCecchi Paone: «In Costiera portiamoci giovani e gay»

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Attualità

Cecchi Paone: «In Costiera portiamoci giovani e gay»

Scritto da Vanni Fondi (Redazione), lunedì 1 agosto 2011 09:32:15

Ultimo aggiornamento martedì 2 agosto 2011 15:53:03

«La Costiera? Fra me e lei c'è un amore antico, viscerale, ma ormai è adatta solo agli ultracinquantenni e agli under 15» . Non fa sconti al suo «luogo del cuore» Alessandro Cecchi Paone, appena nominato assessore al Turismo proprio in uno dei comuni simbolo della Costiera amalfitana, Maiori. Vuol dire che quest'angolo di terra, famoso nel mondo per essere «toccato dagli Dei» , è adatto solo a vecchi e bambini?

«Mi spiego meglio. Qui, per chi ha voglia di divertirsi un po', di bere un drink dopo mangiato o di ballare, non c'è nulla. Ho scelto la Costiera (quella che va da Positano a Vietri) come mia casa e proprio per questo voglio analizzare i suoi difetti per cercare di risolverli. Bene, io ospito tantissime persone qui in casa mia, che vengono da tutto il mondo, soprattutto dal Sud America. Le sembra normale che, dopo aver mangiato meravigliosamente in uno dei ristoranti del luogo, io sia costretto a portarli tutti da me perché dopo cena non c'è niente da fare? Dopo un paio di giorni di estasi di fronte a paesaggi incomparabili e dopo divine mangiate, mi chiedono sempre: e ora che si fa?».

Non c'è proprio niente da fare? «A parte il famoso Music on The Rocks, c'era un posto, si chiamava Next to. Bene, quello era l'unico bar lounge della Costiera, dove si riusciva a far le quattro fra un drink una chiacchiera, coccolati dalla musica che vuol sentire ora e a quell'ora. Lo hanno ridimensionato: un gruppo di abitanti del luogo ha deciso che gli avventori facevano troppo rumore e così io e i miei amici una sera ci siamo ritrovati attorno i Carabinieri che, pur dispiacendosene, gli hanno dovuto tarpare ali» . Allora la colpa è degli abitanti del luogo?

«Bisogna renderci conto che se uno il turismo lo vuole non può scacciarlo. E lo dico non solo da assessore al Turismo, ma da cittadino e soprattutto da professore universitario che si occupa proprio di questo. Insomma, un po' di chiasso in più per due mesi all'anno si può anche sopportare, se no qui fra un po' l'alternativa o è emigrare o è quella di tornare a fare i pescatori e i contadini, come un tempo». La sua ricetta per il turismo? «Beh, da assessore, appena insediato, ho presentato l'estate del mio comune. E ho subito pensato a quella fascia penalizzata, quella che secondo me non trova più spazio in questi luoghi, che va dai 18 ai 40 anni».

In che modo? «Portando qui uno come Bob Sinclar, il dj-producer più famoso del mondo. Pensi che per quella serata qui a Maiori verranno circa cinquemila giovani. Da tutta l'Italia» . Ma un evento basterà? «Sicuramente no. Ma è un inizio, un'iniezione di gioventù».

E poi? «Oltre a essre professore di Scienza e marketing del Turismo, ora lavoro per Studio Universal con la quale organizzerò a Maiori proiezioni, attingendo al loro grande archivio storico. Ripristinando un festival nel nome di Rossellini. Poi inviterò writers e artisti contemporanei a ridipingere con la loro arte le palazzine anni ' 60 di Maiori, costruite dopo l'alluvione. Voglio trasformarla in una galleria a cielo aperto».

Dei festival più o meno famosi della Costiera che ne pensa? Non attraggono turisti? «Non come dovrebbero. Anche quello di Ravello, che è il più famoso non li attrae, dopo essere stato all'altezza per anni. Dal punto di vista turistico sono inutili o al massimo sono capaci solo di confermare lo stesso pubblico. Non si riesce a creare un ciclo virtuoso attorno a queste manifestazioni. C'è troppo spezzettamento. Bisognerebbe accorparle oppure rimodularle a seconda dei luoghi che rappresentano. I numeri, però, parlano chiaro. In tanti posti turistici in Italia e all'estero a questo punto dell'estate non si trova un letto. Qui da noi, invece...» .

Allora non varrebbe la pena allearsi e creare un coordinamento dei comuni della Costiera? «Lei ha ragione, il coordinamento c'è già e, guarda caso, è guidato dal sindaco di Maiori. Io ritengo, però, che ci voglia una sorta di sovrintendente, un direttore artistico che si preoccupi di dare un nuovo programma a tutta la Costiera e di unire tutti i piccoli festival per un'unica grande Estate» .

Pena la fuga dei giovani? «Certo, da qui i giovani scappano via ancor prima della maggiore età. Gli basta conoscere luoghi, in Italia o all'estero, dove possano divertirsi o vivere meglio per non tornare più qui e allargare ancora di più quel buco generazionale che si è creato. Gli anziani, che qui vivono benissimo un giorno non ci saranno più e non saranno sostituiti dai quarantenni invecchiati che sono fuggiti. Come i giovani, che in Costiera non trovano dove "rimorchiare"e non trovano neanche un bar lounge dove chiacchierare» .

Qual è il modello che predilige per la Costiera? «Basta andare un po' in giro per capire che nelle capitali europee o nelle isole greche e spagnole si resta intrigati da una miriade di proposte, ci si diverte, si resta e ci si ritorna. Il mio modello? Quello di Ibiza, per esempio, dove di giorno si vedono girare giovani, gente di mezza età, coppie, single, gay, trans, turisti da ogni parte del mondo ognuno con le sue esigenze. Tutti insieme. E poi, magicamente, di sera, ognuno ha la sua possibilità di far qualcosa di piacevole. L'organizzazione dell'isola glielo permette e non crea ostacoli a nessuno» .

Però i paesaggi di qui... «Meravigliosi, restano tutti colpitissimi, ma sono adatti a una luna di miele o alle coppiette in fuga romantica. E poi? Su due giorni di vacanza non ci puoi costruire un futuro economico. Poi bisogna portare qui i giovani. E i gay» . I gay? «Certo, in tutti i luoghi celebri di vacanza gay hanno fatto da testa d'ariete, scoprendoli e lanciandoli come tendenza nel mondo. Tante isole devono la loro fortuna ai gay, che poi hanno attratto immancabilmente gli etero» . A chi si appoggerà per portare aventi i suoi progetti? «Oltre al Comune che rappresento e al coordinamento, mi aiuta molto il Forum dei giovani di Maiori, formato da imprenditori del luogo che gestiscono alberghi e bar. Senza dimenticare l'Arci gay Campania.

E non si tratta di una fissazione corporativa e ghettizzante, ma di un riferimento cosmopolita» . Infine, come nasce qusto grande amore per la Costiera, questa voglia di darsi così tanto da fare per questi luoghi? «Da mio nonno paterno, Nicola. Da piccolo lui spesso mi salutava dicendo: ciao, vado in Costiera con una mia amica. Tornava poi a casa con foto di donne bellissime in bikini. Un giorno gli chiesi il perché di questa meta e lui mi rispose: porto con me una donna a Positano perché se lì mi dice di no vuol dire che non è cosa.

A un bambino di dieci anni a quel punto gli si illumina tutto e gli si palesa un mondo intero. Qualche anno più tardi andai a Positano a cercar casa e ritrovai lo stesso sensale che doveva venderla a mio nonno, quando a Positano c'era una sola strada a doppio senso. La casa non era stata mai venduta e la comprai io. Penso che basti per un grande amore» .

fonte: Corriere del Mezzogiornio

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Assicurazioni, da oggi in vigore la RC auto familiare

Entra in vigore oggi, 16 febbraio 2020, la nuova RC Auto familiare. Si tratta di un provvedimento assicurativo inserito nel Decreto Milleproroghe e può portare a un risparmio di oltre il 50% su una polizza assicurativa. Grazie a questo nuovo provvedimento, sarà infatti possibile attribuire a tutti i...

Con o senza Felicori a Ravello nulla sarà come prima

di Umberto Belpedio Era scontato che Mauro Felicori, chiamato nella giunta regionale dell'Emilia Romagna dal presidente Bonaccini lasciasse l'incarico di commissario della Fondazione Ravello. Il silenzio istituzionale che ha mantenuto anche al termine della riunione odierna, è conferma di uno stile e...

Danni ai limoneti della Costa d’Amalfi. Carlo De Riso: «Responsabilità e tutela del territorio, oggi come in futuro»

E' trascorso oltre un mese dai disastrosi eventi calamitosi dello scorso 21 dicembre che hanno messo letteralmente in ginocchio la Costiera Amalfitana, paralizzando non solo la principale arteria stradale ma un'intera economia. Ingenti i danni registrati ai terrazzamenti agricoli di limoni, con crolli...

Viabilità in Costiera Amalfitana, necessario il ripristino degli specchi convessi

Come ogni anno, in vista della stagione turistica, nei tornanti della Statale 163 Amalfitana, da Sorrento a Vietri sul Mare, è richiesto il ripristino, da parte dell'Anas, degli specchi parabolici, oramai indispensabili, utili a evitare pericoli e facilitare la viabilità dei mezzi pesanti. Spesso danneggiati...

Silenzio. La Costiera Amalfitana d’inverno, un lusso per pochi

La Costiera amalfitana d'inverno è come un prezioso tesoro nascosto che giace lì, sotto il mare, teoricamente alla portata di tutti. Ma non tutti si avventurano alla sua ricerca e pochissimi conquistano il privilegio di goderselo: quei temerari che, invece di seguire le consuete rotte dei vacanzieri...