Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 minuti fa S. Pietro d'Alcantara

Date rapide

Oggi: 19 ottobre

Ieri: 18 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: RubricheLe sfide perseIl recupero della Valle dei Mulini: occasione di rilancio per Amalfi

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Rassegna Artistica: Positano tra Storia e LeggendaAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Le sfide perse

Il recupero della Valle dei Mulini: occasione di rilancio per Amalfi

Scritto da (Redazione), domenica 26 agosto 2018 16:23:01

Ultimo aggiornamento domenica 26 agosto 2018 18:17:22

"Un cruccio al giorno", è la nuova rubrica de Il Vescovado a cura di Raffaele Ferraioli, illuminato sindaco di Furore, già presidente della Comunità Montana Penisola Amalfitana, ma soprattutto un innamorato folle della Costiera Amalfitana, della sua bellezza, della sua storia. Il suo sguardo sempre proteso al futuro, immaginando sempre una risoluzione agli atavici problemi della Costa. Una miniera di conoscenza, un pozzo di idee per noi il Professore.

«Voglio raccontare il mio rammarico, metaforicamente, per i goal mancati e quelli annullati, i pali colpiti e i rigori non assegnati nel corso della mia lunga partita, giunta ormai ai tempi supplementari» ci confessa Ferraioli che si appresta a concludere il mandato dopo mezzo secolo di esperienza amministrativa, cominciata come consigliere comunale.

«Come non essere rammaricato della mancata soluzione di problemi vitali per la nostra terra: dal mancato restyling del fronte mare di Maiori escluso dal riconoscimento UNESCO, alla ingessatura del sistema di viabilità e dei trasporti; dall'abbandono del patrimonio protoindustriale del Vallone delle Ferriere di Amalfi, all'inadeguatezza del sistema portuale a quello delle aree balneabili; dalla ostinata tendenza a realizzare costosi e malfunzionanti impianti di depurazione anziché condotte sottomarine di collaudata efficacia; dal problematico avvio di gestione della Casa del Gusto di Tramonti, alla mancata stabilizzazione dei costoni rocciosi in tutta l'area della Divina».

Partiamo con

Il recupero della Valle dei Mulini: occasione di rilancio per Amalfi

di Raffaele Ferraioli

Correva l'anno 2004 e l'Università di Salerno produceva uno studio molto interessante sul recupero e riuso, previa acquisizione al patrimonio pubblico, degli opifici protoindustriali dismessi e in stato di progressivo degrado presenti nel Vallone delle Ferriere in territorio dei comuni di Amalfi e di Scala.

La ricerca, patrocinata dalla Comunità Montana Amalfitana, fu condotta da Mariagiovanna Riitano, docente di Geografia e da Luigi Centola, architetto e si trasformò nel documento di base di un concorso di idee di livello internazionale al quale parteciparono prestigiosi architetti di tutto il mondo, fornendo contributi davvero importanti anche se, come spesso capita dalle nostre parti, giudicati negativamente dai fautori del mimetismo architettonico.

Il progetto riguardava circa cinquanta manufatti abbandonati da decenni, quali mulini, cartiere, centrali idroelettriche da rifunzionalizzare e trasformare in strutture turistico-ricettive: sale attrezzate per convegni, esposizioni e mostre d'arte, centri di formazione e aule didattiche, laboratori artigianali e locali museali interattivi.

Una proposta destinata a cogliere il duplice obiettivo di sottrarre, da un lato, queste preziose testimonianze all' evidente stato di disfacimento e, dall'altro, di utilizzarle per organizzarvi moderne attività di valore culturale, in sintonia con le esigenze e le aspettative della domanda turistica emergente.

Analoghi master plan furono redatti anche per la Valle del Dragone di Atrani e per quella del Reghinna di Maiori, dove pure esistono altri manufatti da restaurare e restituire alla pubblica fruibilità, alla stregua di quanto era avvenuto nel Comune di Furore il solo che era riuscito già in quegli anni a portare a compimento un'operazione del genere nel suo Fiordo.

Numerosi enti quali la Provincia, la Camera di Commercio, l'Unione Industriali e la stessa Soprintendenza ai BAPPS di Salerno espressero il loro assenso nel corso di numerosi incontri-dibattiti svoltisi in Costa d'Amalfi e in numerosi altri ambiti territoriali, nei quali lo studio venne presentato.

In un'area come la nostra, dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO e sottoposta a numerosi vincoli di inedificabilità assoluta, trascurare la possibilità di recuperare e riutilizzare volumetrie già esistenti di tale consistenza è a dir poco scellerato. Ma intanto sono passati oltre venti anni da allora e niente è accaduto. Ignavia e accidia hanno colpito ancora! Dico questo sapendo di urtare la suscettibilità dei colleghi interessati, ma con la consapevolezza che questo problema non è circoscrivibile ai soli Comuni di Scala, Amalfi, Atrani e Maioiri, bensì d'interesse di tutto il territorio.

Del resto la concreta attuazione delle previsioni dello studio in parola non è particolarmente complicata, Si può realizzare con finanziamento pubblico (penso ai fondi europei!) o anche con il ricorso a investimenti privati (vedi le procedure del project financing). Come amava dire Ezra Pound:"Quello che conta non è tanto l'idea, ma la capacità di crederci fino in fondo" . Il problema è crederci. Crediamoci! Comincino a crederci soprattutto voi che hanno la responsabilità di operare per diretta competenza istituzionale. Io non ho mai smesso di crederci e sono sicuro che ci crederanno anche gli altri.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Le sfide perse

I «paesani» indolenti nemici dello sviluppo

di Raffaele Ferraioli* Franco Arminio, scrittore irpino di Bisaccia, è l'ideatore di una nuova scienza: la Paesologia. Le sue tesi, a prima vista un po' bizzarre, sono di un'attualità sconcertante e meritano un'attenta lettura e una profonda riflessione. In un articolo pubblicato di recente, sotto il...

Altro radicale o altro liberale?

di Raffaele Ferraioli* Il nuovo libro di Geppi Rippa, scritto a quattro mani con Luigi Oreste Rintallo - Guida Editore, reca un titolo per molti aspetti discutibile: "L'altro radicale, essere liberali senza aggettivi". Viene spontanea la domanda: come si può pensare di aggiungere aggettivo ad aggettivo?...

L'ansia tradita dell'altrove

di Raffaele Ferraioli E' stata definita "Sindrome di Trude", in omaggio alla città invisibile di Italo Calvino, quella metamorfosi progressiva che, in nome della modernità, riduce la qualità urbana, erode il paesaggio rurale, fino ad assumere i connotati di uno sradicamento, di uno spaesamento di appiattimento...

Siamo una sola umanità in un unico pianeta

di Raffaele Ferraioli* Più passa il tempo più appare evidente una raccapricciante verità: la nostra è una libertà condizionata, limitata, controllata. Siamo in un regime di dittatura morbida, nascosta, ma terribilmente oppressiva. il guaio più grande è che non ne abbiamo coscienza, non ne siamo per niente...

La Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana pro viabilità in un documento del 1910

di Raffaele Ferraioli* Correva l'anno 1910 quando i sindaci della Costa d'Amalfi, riuniti in un comitato esecutivo procostiera (l'attuale Conferenza) redigevano il "promemoria" sotto riportato da inviare al Governo del Re. questo documento è di un'attualità sconcertante e sembra sia stato scritto ieri....