Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Giacomo apostolo

Date rapide

Oggi: 25 luglio

Ieri: 24 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Hotel Panorama Maiori - Roof Terrace - Ristorante vista mare - Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Ceramiche Casola Positano - Fratelli Casola nuova Factory a Ravello e Scala - Casola Ravello - Casola Scala Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeDisastro ambientale al Vesuvio: un’impotenza figlia dell’insipienza

Nicola Di Lieto, un imprenditore di rilevante caratura

"Oratori presidi di valori", Regione finanzia tre progetti parrocchiali in Costiera Amalfitana

Tentato omicidio nei boschi di Ravello, arrestato anche fratello minore dell'aggressore. Portato in comunità

YogAmare, 26 luglio incontro sulla spiaggia di Amalfi

Sindaco durante Unità d'Italia, Maiori rende omaggio a Beniamino Cimini con un libro

UNISA: agli studenti in difficoltà 75mila euro grazie alla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus

A Ravello il matrimonio tanto atteso tra Angelo e Lucia [FOTO]

Maiori: dal 14 ottobre l’artista Rosa Raffaella Montuori espone alla Biennale di Venezia

26-27 luglio: Ravello festeggia San Pantaleone [PROGRAMMA]

"L'umorismo è una cosa seria”, la tesi di laurea di Rosangela Schiavo da 110 e lode

La nuova alla guida alle meraviglie del Cilento firmata Area Blu, 28 luglio presentazione a S. Mauro La Bruca

Iscrizioni a Micronido Tramonti e Ludoteca Minori, riaperti termini fino a 31 agosto

Ravello attende Kevin Spacey, da metà agosto si gira film su Gore Vidal

Praiano: 30 luglio - 5 agosto riecco la luminaria di San Domenico con tante novità

Spiaggia libera di Minori: Make it Blue tra laboratorio ambientale, pulizia costante, servizio di Pronto Soccorso e prevenzione

Schumann e Chopin stasera per la Ravello Concert Society

“Vamos a la playa. Fenomenologia del Righeira”, il libro dell'architetto De Iuliis a "Praiano racconti & maree..."

Ravello, caldo e ansia: malore per la sposa che arriva sull’altare con un’ora di ritardo

Attesa piogge, Protezione Civile annuncia temporali

Marinaio inglese si ferisce a bordo, intervento della Guardia Costiera a Positano

Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Aspettando Gusta Minori gli eventi in calendario a Minori in Costiera Amalfitana Edizione 2017 del Ravello Festival www.ravellofestival.com Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Bar Pineta, ristorante, pizzeria con forno a legna, lounge lemon garden a Maiori in Costiera Amalfitana Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

L'Editoriale

Disastro ambientale al Vesuvio: un’impotenza figlia dell’insipienza

Scritto da (Redazione), venerdì 14 luglio 2017 09:50:21

Ultimo aggiornamento venerdì 14 luglio 2017 11:11:12

È un grande privilegio per la nostra testata ospitare oggi, in esclusiva, l'editoriale del professor Ugo Leone, già presidente dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio.
Questo prestigioso contributo giornalistico testimonia ancora una volta e ancor oggi la grande passione e l'impegno civile dell'autore, docente di Politica dell'Ambiente presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Napoli che, negli anni, ha speso le sue migliori energie per la salvaguardia e la tutela di un bene prezioso e oggi così barbaramente oltraggiato come il nostro Vesuvio.
Sì, "nostro", perché fa parte di un patrimonio naturale comune che avremmo voluto tramandare intatto ai nostri figli.


___________________________________

di Ugo Leone*
Mettiamo da parte i mutamenti climatici, l'aumento delle temperature, la siccità, la desertizzazione avanzante e parliamo di incendi. Perché queste che ho appena elencato non sono le cause, ma le condizioni agevolanti le azioni di criminali che per motivi che vanno dal godimento dei piromani agli interessi speculativi della malavita, ogni anno, soprattutto d'estate e soprattutto nel Mezzogiono, danno fuoco a migliaia di ettari di bosco, macchia, vegetazione distruggendone per anni la presenza sul territorio.
Questa estate 2017, certamente agevolati dalle per loro favorevoli condizioni naturali, questi criminali hanno agito in modo particolarmente devastante in Sicilia e in Campania. In Campania ancor più nella provincia di Napoli dove ha sede il Parco nazionale del Vesuvio all'interno del quale sono andato distrutti centinaia di bosco e vegetazione protetta.
Personalmente ho presieduto questo parco per oltre dieci anni in due occasioni (1995-96 e 2008-2016) e mai mi è capitato di assistere ad uno spettacolo così raccapricciante. Tanto che guardandolo da casa mia mi veniva di dire che dal 1944 (anno dell'ultima eruzione) non si era mai vista una cosa così.
Ma, naturalmente, non è solo lo spettacolo che fa effetto, ma i suoi protagonisti e le sue vittime. E il dolore per le vittime si sovrappone alla rabbia per la impossibilità -che in realtà è l'incapacità - di opporsi al disastro-
Fortunatamente non vi sono stati morti e feriti, ma le vittime sono comunque in gran numero. Perché sono quelli come me che scrivo, come coloro che mi leggono e, ancor più, quanti soffrono la distruzione di una natura che dovrebbe mantenersi incontaminata - anche perché protetta da un Parco- e viene distrutta in tutte le sue caratteristiche vegetali e animali.
A ciò, dicevo, si aggiunge la rabbia per l'impotenza. Ma, in realtà è anche un'impotenza figlia dell'insipienza. Perché disastri come questo e come del resto l'intera categoria dei disastri naturali, conoscendoli si possono prevenire.
La prevenzione è l'unica possibile difesa dagli incendi che, come mi ha a suo tempo insegnato il benemerito Corpo Forestale dello Stato (ora inglobato in altri "benemeriti"), gli incendi non si spengono, ma si prevengono. E la prevenzione avviene con il presidio del territorio tramite l'avvistamento e la manutenzione. Naturalmente è impensabile che tutto il territorio a rischio venga così presidiato, ma se si intervenisse da aprile ad ottobre con azioni di pulizia e sistemazione del sottobosco e con squadre di avvistamento degli eventuali incendi si avrebbe il tempo necessario per intervenire a spegnere e non solo a circoscrivere le aree bruciate.
Chi dovrebbe fare tutto questo? Certamente la potenziale manodopera non manca. Come esistono gli stagionali occupati in agricoltura per raccogliere frutta e ortaggi, altrettanti stagionati per il periodo necessario, a seconda delle aree esposte, potrebbero essere utilizzati per questo compito. Chi potrebbero essere questi stagionali? Penso agli LSU (Lavoratori Socialmente Utili) e ai tanti immigrati che non chiedono di meglio che essere impegnati in lavori di pubblica utilità i cui costi sarebbero considerevolmente inferiori a quelli che si affrontano per spegnere gli incendi (canadair, elicotteri eccetera) e per l'incommensurabile patrimonio naturale irrimediabilmente perduto.

*docente di Politica dell'Ambiente presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Napoli, già Presidente dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in L'Editoriale

Fantozzi, la panchina e noi

di Christian de Iuliis Ieri mi è comparso davanti agli occhi, chiaro, un flashback. E' una scena di molti anni fa. E' sera. Ci siamo io, mio fratello, mio cugino Igino, Gianni, Bartolo ed Ernesto, poi forse c'è anche qualcun altro ma non è molto importante. Siamo tutti maschi e siamo seduti su una panchina...

Nessuno tocchi Abele

di Antonio Schiavo La tua manina stringe il dito della mamma. Ci hanno detto che stai soffrendo tanto e che il tuo cervello piccolo piccolo non dà più stimoli. Eppure l'immagine di quella manina che oggi i telegiornali di tutto il mondo stanno diffondendo sembra manifestare il tuo attaccamento alla vita...

Mobilità in Costa d’Amalfi: la ricetta è collaudata

di Raffaele Ferraioli* Erano i mitici anni Sessanta, quelli della cosiddetta "programmazione economica", che vedeva Giorgio Ruffolo e Ugo la Malfa protagonisti assoluti del dibattito politico nazionale ed io, giovane assessore al Comune di Furore, muovevo i primi passi in politica. Avevo poco più che...

Turismo in Costa d’Amalfi: si ragiona nell’ottica locale del “friggi e mangia”

di Sigismondo Nastri (per Fermento) "Friggi e mangia": mi sembra di poter condensare in queste due parole, oggi, l'immagine di Amalfi. Attrezzata, nemmeno tanto, a un turismo estraneo alla sua vocazione. Perché la città appartiene a un comprensorio - ne rappresenta il fulcro, con la sua storia, le sue...

Liberi dal chiasso, dall’individualismo, dal superfluo

di Padre Enzo Fortunato* La scena è drammatica. Piazza del Vescovado. Da una parte il giovane Francesco, dall'altra il padre e la sua corte. Intorno la gente di Assisi. Al centro del "conflitto", quando ormai la tensione è alle stelle, i giudici che dovevano processarlo vengono spiazzati da poche parole...