Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Sofia vergine e martire

Date rapide

Oggi: 30 aprile

Ieri: 29 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado

quotidiano di Ravello e della Costa d'Amalfi


Direttore responsabile: Emiliano Amato

Tu sei qui: SezioniCronacaParcheggi: Consorzio Urbania in odore di mafia se ne discute nel merito a giugno

'Made in Italy. Protezione di imprese e consumatori dai falsi sul web': nel libro di Fabio Antonacchio la tutela del Belpaese

'Arte Antica', a Ravello la bottega artigiana che preserva lo stile di un passato glorioso

Praiano, al via nona edizione de 'I Suoni degli Dei'

Commercio illecito di animali, controlli anche in Costa d'Amalfi

L'amore della mamma rende più intelligenti: lo rivela una ricerca della Washington University

Tramonti, segretario comunale Maria Rosaria Milo lascia dopo 22 anni

6-8 maggio: le Città del Vino si danno appuntamento in Costa d’Amalfi. Festa grande per inaugurazione Casa del Gusto

‘Ad Maiori’, dal 5 al 14 maggio torna la rassegna di TeatrEducazione /VIDEO

Non è abuso edilizio se costruito senza cemento armato e pilastri in ferro

Scala, da 2 maggio al via raccolta firme per legge pro-lavoratori stagionali

Football Leader: al Toro il premio 'Financial Fair Play', al Bologna lo 'Scouting Leader'

Morta dopo intervento, da ospedale Salerno sparite prove della seconda operazione

Birra Tramonti nella Guida alle Birre d'Italia 2017 di Slow Food

Nicola Esposito di Amalfi dottore in Ingegneria biomedica

Amalfi: sabato 30 aprile Consiglio comunale. Tra argomenti valorizzazione spazi pubblici

Ravello tra le 21 meraviglie da visitare almeno una volta nella vita

Da Tramonti a Las Vegas: il fior di latte spopola al 'Wine and spirits wholesalers of America'

Napoli, sede Kimbo di Melito seleziona personale

Ravello, sabato 30 presentazione del progetto di recupero e valorizzazione scavi della Trinità

Ravello, Luigi Mansi rinuncia a raccogliere firme pro-stagionali: «Voglio evitare strumentalizzazioni»

Cronaca

Parcheggi: Consorzio Urbania in odore di mafia, se ne discute nel merito a giugno

Scritto da (Redazione), venerdì 9 marzo 2012 12:58:30

Ultimo aggiornamento lunedì 12 marzo 2012 08:07:28

E' stata emessa mercoledì 7 marzo scorso, dal Tribunale Amministrativo della Campania, l'ordinanza relativa al ricorso presentato dal Consorzio Urbania - Vivere la Città -, che gestisce le aree di sosta a pagamento di Ravello.

Dal documento che alleghiamo a lato si evince che a causa della reiterata inottemperanza da parte della Prefettura di Napoli nell'inviare tutta la documentazione sulla questione dell'Interdittiva Antimafia, il merito sarà discusso in data 6 giugno 2012.

Nonostante il TAR Campania abbia ordinato alla Prefettura di Napoli per due volte l'esibizione di tutta la documentazione in merito alla questione dell'informativa, non vi sono stati ulteriori riscontri. Per questo motivo, in assenza di una compiuta istruttoria, il TAR ha ritenuto da un lato di stigmatizzare il comportamento dell''organo statale, sottolineando che esso sarà valutato in sede di decisione e di fissare direttamente la discussione del merito.

Nell'udienza di mercoledì non è stata possibile una compiuta valutazione della posizione dell'Urbania, ma solo ed esclusivamente delle omissioni della Prefettura di Napoli.

"Ci preme sottolineare - fanno sapere dall'Urbania - che abbiamo provveduto a notificare altro ricorso, avverso la revoca del servizio disposta nei nostri confronti da un altro Comune per la stessa informativa, continuando la richiesta di emissione di ordine di esibizione dei documenti che fino ad oggi non sono stati prodotti unitamente ad una nuova istanza cautelare, la cui discussione dovrebbe essere fissata in Camera di Consiglio per il prossimo 21 marzo 2012.

Auspichiamo che a fronte del pesante rilievo formulato dal TAR la Prefettura provveda finalmente a produrre la documentazione richiesta, prima di assumere iniziative che ci costringerebbero ad ulteriori azioni giudiziarie.

Ribadiamo comunque che noi del Consorzio Urbania, abbiamo già incassato due vittorie sia in primo che in secondo grado, riguardo l'espulsione della Società Smart Project Srl, chiesta lo stesso giorno in cui siamo venuti a conoscenza dell'informativa antimafia che l'aveva coinvolta. Provvedimenti nei quali veniva espressamente riconosciuta la legittimità dell'esclusione della consorziata colpita dall'informativa antimafia.

Restiamo come sempre fiduciosi nella Giustizia Italiana alla quale ci siamo appellati anche in virtù del fatto che la mancata presenza e il mancato invio dell'ulteriore documentazione da parte della Prefettura di Napoli è quantomeno significativa. Da sottolineare è soprattutto la decisione presa dal TAR, il quale non ha in alcun modo respinto la nostra richiesta di sospensiva, ma ha solamente rinviato tutta la discussione per motivazioni meramente di tipo burocratico".

Ma i sospetti emersi dalle indagini condotte dalle forze dell'ordine sono pesanti. Secondo l'antimafia nella società di Torre del Greco con sede ad Ercolano è stata registrata la presenza di personaggi riconducibili al clan Falanga, il cui boss, Giuseppe, è attualmente detenuto.

Il figlio del capomafia, Giovanni, è stato invece condannato all'ergastolo perché giudicato responsabile dell'omicidio, avvenuto nel 2001, di un imprenditore di Torre del Greco che si era rifiutato di pagare il pizzo. L'Urbania però ha replicato con un manifesto alle gravi accuse che la vedono coinvolta. «Dimostreremo la nostra totale estraneità - si legge nel manifesto - a qualsivoglia coinvolgimento: siamo una società pulita, onesta, trasparente, che dà lavoro a tante famiglie».

L'Urbania opera a Torre del Greco dal 1997: centinaia di dipendenti per un giro d'affari enorme. È un'azienda che è riuscita a espandersi in tutt'Italia. La sua attività è caratterizzata da un'espansione a macchia d'olio. L'impresa infatti è presente anche in alcuni comuni della provincia di Milano.

Appalti a Latina, Cassino, Formia, Aversa, Nocera, Torre del Greco, Somma Vesuviana, Ravello. Latina è una delle città più importanti in cui questa ditta esercita il servizio. Qui, proprio a causa dell'interdittiva antimafia emanata dal prefetto di Napoli, è nato uno scontro politico tra l'opposizione guidata dal Pd e la maggioranza capeggiata dal Pdl, che non vuole sospendere l'appalto.

A Somma Vesuviana, in questi giorni si può parcheggiare liberamente, senza pagare un centesimo. Il sindaco del Pdl, Raffaele Allocca, ha preso atto della situazione ed ha sospeso il rapporto che lega il comune vesuviano alla ditta finita nel mirino dell'antimafia. Stessa cosa sta accadendo a Torre del Greco, dove il sindaco, Ciro Borriello, ha emanato un'ordinanza di sospensione del contratto municipale con la ditta.

Galleria Fotografica

File Allegati


ordinanza Urbania.pdf

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Cronaca

Commercio illecito di animali, controlli anche in Costa d'Amalfi

Sono risultati negativi i controlli effettuati stamani, in Costa d'Amalfi, dai Carabinieri del Nas (Nucleo Antisofisticazioni e Sanità) di Salerno, di concerto con medico del servizio veterinario dell'Asl Gaetano Bove, volte reprimere il fenomeno del commercio clandestino di animali domestici. Le operazioni...

Non è abuso edilizio se costruito senza cemento armato e pilastri in ferro

Non è da considerarsi abusivo un manufatto in muratura realizzato senza l'utilizzo di cemento armato o pilastri con presenze metalliche. Lo ha chiarito la Cassazione con una sentenza di pochi giorni fa attenendosi alle norme del testo unico per l'edilizia che prevedo l'imputazione penale solo per chi...

Morta dopo intervento, da ospedale Salerno sparite prove della seconda operazione

Sembra sparita nel nulla la parte di intestino perforato che sarebbe servita agli inquirenti come prova per il decesso di Palma Casanova di Atrani,avvenuto il 22 aprile scorso dopo tre giorni dall' intervento per l'asportazione di cisti ovariche. Sul caso indagano i Carabinieri del Nas di Salerno agli...

Non solo violenza sessuale: 20enne di Ravello presunto responsabile di stalking

E' comparso ieri, davanti al giudice delle udienze preliminari, Stefano Berni Canani, il ventenne di Ravello ma domiciliato a Tramonti accusato di violenza sessuale nei confronti della sua ex fidanzatina 12enne. Il giovane, tratto in arresto lo scorso ottobre e ristretto ai domiciliari, due settimane...

Normali dolori post-operatori: così dissero i medici a Palmina il giorno prima della morte

di Emiliano Amato (ANTEPRIMA) Le avevano detto che i suoi dolori rientravano nel normale decorso post-operatorio. Giovedì scorso, ventiquattro ore prima di morire, Palma Casanova era ritornata all'ospedale di Salerno, proveniente dal presidio ospedaliero della Costa d'Amalfi, con dolori lancinanti all'addome....

Tramonti: crolla solaio di vecchio stabile a Campinola, evacuata attigua abitazione /FOTO

(ANTEPRIMA) Intervento a Tramonti dei Vigili del Fuoco, ieri pomeriggio, per il crollo di un solaio di un vecchio stabile disabitato della frazione periferica di Campinola. Per fortuna, al momento del crollo, non vi erano persone nei paraggi. Le circostanze critiche, con la struttura abbandonata da tempo...