Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Saba martire

Date rapide

Oggi: 24 aprile

Ieri: 23 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Discover Positano - Visit Positano Amalficoast - the ultimate Positano web portal - Tourism in Positano - Positano Amalficoast Holiday Terrazza con giardino di Limoni, Ristorante gourmet, Pizzeria, Bar Lounge in Costa d'Amalfi a Maiori Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa

Tu sei qui: SezioniCronacaNaufragio Costa arrestato comandante. E' di Meta di Sorrento

Angri: s'impicca sulla tomba della madre

Un'ordinaria domenica in Costiera Amalfitana: paralisi traffico rovina una bella giornata

A Minori il concorso Mediamusicale: per tre gioni musicisti da tutta Italia nel cuore della Divina

Su Facebook uomo di Ravello perseguitato con video porno, attenzione ai profili "fake"

Cetara su Rete 4: a "Pollice Verde" il viaggio di Luca Sardella nella quotidianità del borgo marinaro [GUARDA]

"Come Rocky Balboa", a Cava de' Tirreni il romanzo del regista Duccio Forzano

Ravello, fiocco rosa in casa Lima: è nata Aurora!

Tramonti, Don Catello Coppola è tornato alla casa del Padre. Fu parroco ad Atrani

Turismo Religioso in Costa d’Amalfi: le chiese annesse agli alberghi nel comune Capofila

Il Costa d'Amalfi fa festa: 4 schiaffi alla Calpazio che valgono la Promozione... in Eccellenza!

Al via la prima edizione di "Cori Polifonici Città di Maiori"

Tramonti, il Concerto di "Tentazioni" cambia veste: nella nuova bottiglia l'identità del liquore made in Pucara

Tramonti: nel nuovo logo della ProLoco l'essenza del territorio

Scala: 25 aprile a Santa Maria dei Monti, una consolidata testimonianza di fede

Positano, per attraversare il centro NCC continuano a pagare pedaggio da 5 euro

Parchi più belli d'Italia, Villa Cimbrone nella top ten [VIDEO]

A Maiori le "Invasioni Digitali” per condividere arte e cultura sui social: 30 aprile a Santa Maria de' Olearia

Sorrento, vertice al Comune per il servizio veterinario

Luca Sardella racconta Cetara a “Pollice Verde”, sabato il borgo marinaro su Rete 4

Il 12 giugno finale Premio Strega Mixology. Ci sono anche Salvatore Calabrese e Sal De Riso

Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Bellessere Beauty Center augura buon Natale con la nuova gift card, il regalo perfetto per la persona amata. Centro Benessere Bellessere Costa d'Amalfi Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Bar Pineta, ristorante, pizzeria con forno a legna, lounge lemon garden a Maiori in Costiera Amalfitana Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Cronaca

Naufragio Costa, arrestato comandante. E' di Meta di Sorrento

Scritto da (Redazione), domenica 15 gennaio 2012 00:37:41

Ultimo aggiornamento lunedì 16 gennaio 2012 17:51:05

La Procura di Grosseto ha disposto il fermo del comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino. Il comandante (CLICCA QUI E GUARDA L'INTERVISTA DEL TGCOM A SCHETTINO) secondo le notizie fornite dalle agenzie sarebbe stato trasferito nel carcere di Grosseto in attesa dell'udienza di convalida che dovrebbe svolgersi all'inizio della prossima settimana. Il fermo è stato disposto dal procuratore di Grosseto Francesco Verusio. I capi d'imputazione sono omicidio colposo plurimo, naufragio e abbandono della nave.

Secondo l'accusa degli inquirenti il comandante, 52 anni originario di Meta di Sorrento, già verso le 23:30 avrebbe lasciato la nave. Lo riferisce l'Ansa, secondo cui a quell'ora ancora gran parte degli ospiti e dell'equipaggio stava ancora aspettando di essere evacuata. Gli ultimi a lasciare la Costa Concordia lo hanno fatto non prima delle 2,30-3:00 della notte scorsa. Ma Schettino rigetta questa accusa e si difende nell'intervista concessa al Tgcom.

In Penisola Sorrentina intanto è sconcerto per il terribile naufragio verificatosi al largo della Versilia ma anche per le conseguenze a cui rischia di andare incontro il comandante Schettino, persona nota in Penisola Sorrentina e considerata tra i più esperti così come confermato nel pomeriggio dal direttore generale di Costa Crociere
Schettino, secondo quanto riferisce l'Ansa, avrebbe chiamato la mamma, un signora di ottanta anni, stamani alle 5: "E' successa una tragedia.

Ma stai tranquilla, ho cercato di salvare i passeggeri. Per un po' non vi potrò telefonare. Ma state tranquilli" avrebbe detto l'uomo stando al racconto fornito dalla sorella Giulia Schettino ai colleghi dell'Ansa. Sempre secondo l'agenzia, che ha sentito la famiglia Schettino, il comandante della Costa Concordia, avrebbe chiesto di parlare con il fratello Salvatore, anche lui marittimo. E gli avrebbe spiegato, sempre secondo il racconto di Giulia Schettino, la sorella del comandante, cosa era successo alla nave della Costa.

Il procuratore di Grosseto ha anche specificato che, al momento dell'impatto, ''c'era Schettino al comando della nave'', e che è stato il comandante ''ad ordinare la rotta: questo è quanto ci risulta. E' stata - ha spiegato il procuratore Verusio - una manovra voluta''.

Il comandante Schettino non è stato interrogato, mentre invece sono stati sentiti altri membri dell'equipaggio, tra cui il primo ufficiale in plancia, indagato, e il terzo ufficiale in plancia che è interrogato in queste ore dai magistrati.

Gli inquirenti hanno infatti deciso per Schettino il fermo di pg ed aspettano l'udienza di convalida davanti al gip che potrebbe tenersi martedì o mercoledì prossimi. Sempre nell'ambito delle indagini vengono sentiti come testimoni anche altri membri dell'equipaggio, per ricostruire la dinamica dell'incidente e l'organizzazione dei soccorsi a bordo. Al vaglio degli inquirenti anche il fatto che il passaggio molto vicino all'isola del Giglio sia stato deciso per far ''salutare'' ai croceristi i paesi dell'isola illuminati nel buio.
A 24 ore dall'incidente, infatti, ancora nulla di definitivo si sa per quanto riguarda il numero di chi non risulta dagli elenchi dei sopravvissuti soccorsi e fatti rientrare alle proprie abitazioni o ospitati negli alberghi.

Il prefetto di Grosseto Giuseppe Linardi in serata ha parlato di 41 persone da rintracciare: "Delle 4.232 persone che, secondo gli elenchi forniti, erano a bordo della nave al momento ne sono stati rintracciati 4.191. La verifica fra gli elenchi va avanti ed è un lavoro lungo che ritengo si protrarrà fino a stanotte''.

E il sindaco dell'Isola del Giglio, Sergio Ortelli, spera che il bilancio delle vittime non salga ulteriormente: "Prima di 24 ore non si potrà dire nulla di sicuro. Io continuo a sperare. Per ora non si può dire nulla. Il conto non torna e la compagnia sta riconteggiando - ha spiega Ortelli - E' possibile che qualcuno, addirittura un gruppo consistente di persone, sia stato soccorso in mare e trasportato direttamente sulla costa. Nella parte squarciata della nave l'acqua non era alta, e la Costa si è inclinata lentamente, quindi c'è stato tempo per scappare".

Di certo c'è che in mare non si sono trovati altri corpi che quelli delle tre vittime, anche perchè la zona dove la nave si è "spiaggiata" è stata ispezionata da sub, elicotteri e imbarcazioni. Diverso il discorso per l'interno della nave: il personale speleo-alpino-fluviale dei vigili del fuoco ha ispezionato i ponti che sono fuori dall'acqua, che sono però in verticale, visto che la nave è capovolta a quasi 90 gradi.

Non è stato, invece, ancora possibile entrare nella parte sommersa per motivi di sicurezza. Pertanto tutta quella zona che è stata riempita d'acqua dovrà essere controllata, presumibilmente dopo che saranno state aspirate le oltre duemila tonnellate di gasolio che sono presenti nei serbatoi della Concordia. Le difficoltà di contare tutti i naufraghi sono state dimostrate dalla storia di quattro turisti americani: dati inizialmente per dispersi erano in realtà ancora all'isola del Giglio e sono partiti senza problemi con il traghetto per Porto Santo Stefano.

Le operazioni dei sommozzatori, che oggi hanno dato esigo negativo, riprenderanno domani con le prime luci dell'alba.

Per tutta la giornata, e fino all'imbrunire, è apparso come un gigante ferito il gioiello della Costa. Un gigante ferito da uno squarcio che ha dilaniato settanta metri di carena: e anche se a volte il destino esiste, non e' stato un iceberg, come nel Titanic, ma uno scoglio ad affondarlo. Tra tre mesi sarà un secolo (era la notte tra il 14 e il 15 aprile 1912) dal naufragio più famoso e maledetto della storia.

La Concordia non parla, parleranno le sue scatole nere. Ma lo squarcio sulla carena di sinistra fa impressione ed è un libro aperto: la nave, trotterellando a 300 metri dalla costa a venti nodi, si è piantata sull'ultimo baluardo de 'Le Scole', isolotti capaci di far paura ai gommoni dei turisti e non di più.

E invece l'impatto è stato violentissimo: la Concordia ha letteralmente strappato il suo assassino dal fondo del mare. E s'è trascinata lo scoglio, ormai parte di lei, almeno per mezzo chilometro. Prima di arrestarsi. Prima di mostrare al mondo intero la sua ferita. ''Mai vista una cosa simile'' dicono i pescatori sul molo mentre guardano quell'assurda composizione: un taglio netto che finisce dove inizia lo scoglio.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Cronaca

Un'ordinaria domenica in Costiera Amalfitana: paralisi traffico rovina una bella giornata

Complice la splendida giornata di sole siamo qui a raccontarvi la solita storia, al punto che potremmo fare copia e incolla di uno qualsiasi dei tantissimi articoli già pubblicati in merito all'argomento. Cosa succede in Costa d'Amalfi? Assolutamente nulla. Denunciamo da tempo l'impossibilità di accogliere...

Su Facebook uomo di Ravello perseguitato con video porno, attenzione ai profili "fake"

I moderni strumenti di comunicazione, internet, smartphone e social, sempre più indispensabili nelle nostre vite, nascondono crescenti insidie. Il cyberbullismo è sempre in agguato, così come la possibilità di essere «adescati» da pedofili e maniaci. Sono tantissimi i casi denunciati quotidianamente,...

Positano, per attraversare il centro NCC continuano a pagare pedaggio da 5 euro

Alla fine sono obbligati a pagar dazio gli operatori del trasporto privato da noleggio con conducente per l'attraversamento della zona a traffico limitato del centro di Positano. Di recente il Tar ha accolto le ragioni del Comune di Positano dopo che la scorsa estate furono proprio i "NCC" a impugnare...

Tentato furto in casa di gioielliere sorrentino: arrestato 22enne di Agerola

E' stato il proprietario di casa a lanciare l'allarme ai Carabinieri, insospettito da alcuni rumori molesti. L'uomo, un gioielliere 56enne di Sorrento, si era reso conto che qualcuno si era introdotto nella sua abitazione. Giunti sul posto dopo qualche minuto, i Militari sono riusciti a bloccare K.N.,...

Maiori, incendio in parcheggio privato: forse a causa di una stufa [FOTO]

Paura a Maiori per un incendio divampato intorno alle 12,45 all'interno del Parcheggio Pagliara, in via nuova Chiunzi, che ospitava - visto anche il periodo - numerose automobili. Ad innescarlo, con ogni probabilità, una stufa lasciata incautamente accesa all'interno dell'ufficio del titolare della licenza....