Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 minuti fa S. Emilio martire

Date rapide

Oggi: 28 maggio

Ieri: 27 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado

quotidiano di Ravello e della Costa d'Amalfi


Direttore responsabile: Emiliano Amato

Tu sei qui: SezioniAttualitàQuesta Università che sta morendo il caso Zeviani

Universiadi 2019, Ravello col suo Auditorium tra location candidate

Confiscata alla camorra sarà una 'barca-scuola' per studenti del Nautico di Salerno /FOTO

Maiori, domenica 29 sciopero operatori ecologici: stop al servizio di raccolta rifiuti

Addio a Giorgio Albertazzi. Ultimo compleanno sul palco del Festival di Ravello /FOTO e VIDEO

Vacanze ad Amalfi per tutte le tasche, l'indagine della bella Samanta Togni per Uno Mattina

Assisi, Padre Enzo intervista Sharon Stone: «Negare asilo a persona che soffre è di una gravità enorme» /VIDEO

'..incostieraamalfitana.it': l'attore e musicista americano Michael Pitt tra gli ospiti

Festa a Vico: tre giorni di alta gastronomia e solidarietà da Gennaro Esposito. Dalla Costiera c’è Pansa /VIDEO

Ravello, Bonavitacola tesse lodi del sindaco Vuilleumier: «Come il buon padre di famiglia» /VIDEO

Insieme per Ravello: stasera comizio in piazza su tema Sanità. Ospite Enrico Coscioni

Centro massaggi 'hard' a Cava de’ Tirreni, blitz dei Carabinieri

Vietri: rimosso semaforo verso Cava, resta quello per Salerno

Ravello, 5 giugno si voterà alle 'nuove' scuole elementari. Polemiche da Rinascita Ravellese

Amalfi: domenica 29 divieto di conferimento rifiuti per sciopero nazionale ATI

Licei salernitani tendono la mano a Scampia

«Se non rispondi non muore nessuno», Anas e Polizia insieme per la sicurezza stradale

Maiori piange il cartolibraio Tonino Pisani

Praiano: deputati e senatori M5S a sostegno candidatura Fiorella Fusco

Ravello, controlli sanitari a due ristoranti

A La Prova del Cuoco un panino dedicato alla Costiera Amalfitana che nasce sull'asse Tramonti-Modena /VIDEO

Attualità

Questa Università che sta morendo, il caso Zeviani

Scritto da (Redazione), domenica 13 maggio 2012 10:27:26

Ultimo aggiornamento martedì 15 maggio 2012 08:01:08

di Michele Ingenito - Le Università italiane lo bocciano? E gli Inglesi se lo portano a Cambridge/UK, dove sostituirà in cattedra un Premio Nobel addirittura!

Pazzesco? Assurdo? Incredibile? No, un tipico caso all'italiana. Chi ci guadagnerà? Gli altri, naturalmente. L'Inghilterra nel caso specifico.

Ciò che non è riuscito a compiere in tanti anni tra i corridoi sempre complici e mafiosi di noti atenei nostrani, lo ha risolto in meno di 24 ore in una delle sedi universitarie più prestigiose in assoluto nel mondo: Cambridge.

Sia pure a 56 anni, il neurologo milanese Zeviani da una parte consolida la propria fama di studioso e di ricercatore di livello mondiale nel settore della neurologia e della neuro genetica in particolare, dall'altra si toglie definitivamente dalle scatole del regno degli intoccabili, i discendenti, nonché eredi per diritto spermatozoico dei padri-padroni della medicina italiana. Alla faccia del rinnovamento!

E' di queste ore la decisione del governo-Monti, su imbeccata provvidenziale della tosta ministra Fornero, di riservare un paio di miliardi di euro alle famiglie povere del Mezzogiorno e dei giovani soprattutto. In questo caso non di quelli ignoranti, che non hanno potuto studiare. Ma di quegli infiniti laureati a spasso, sulla base delle loro specifiche competenze.

Finalmente! Qualcuno comincia a ragionare all'americana in base alla efficacissima tesi americana dell'uomo giusto al posto giusto; sia pure, date le circostanze, per elemosina e carità.

A questo punto, non è giunta l'ora, signor Presidente del Consiglio, di cogliere l'occasione per fare una bella retata tra i tanti ingiustificati occupanti di cattedre universitarie delicatissime, come quelle di medicina, ad esempio, o di altre discipline di tipo scientifico soprattutto, per verificarne le capacità reale e la fondatezza logica a fronte di infiniti, vuoti e, quindi, falsi paroloni che hanno fatto solo ridondanza nei verbali concorsuali degli ultimi dieci anni che li riguardano?

A partire dalla legge-Zecchino del 2000 applicata in maniera infame, ripetutamente, nei cosiddetti concorsi locali?

Il caso-Zeviani è ormai alla ribalta della cronaca nazionale. E' sufficiente collegarsi ad Internet per verificare i particolari dell'ennesima figuraccia internazional-accademica nostrana.

Del resto, in un paese dominato dai tanti Trota&lode, cosa volete che gliene importi ai potenti blasonati delle caste nostrane di uno Zeviani esportato oltre Manica!

Quale sarà la qualità dei futuri medici italiani che, nell'impossibilità di superare il 'test' di ingresso nel Paese di origine, se ne vanno tranquillamente a Tirana (ALBANIA) per conseguire lì la tanto agognata laurea in medicina, ufficialmente sede distaccata dell'Università di Tor Vergata? Fatta la legge, trovato l'inganno! I figli di papà medici stiano pure tranquilli. Il passa parola della casta ha trovato il trucco ufficiale per una formazione albanese in vista di una futura cattedra italiana-doc.

La cosa che fa ridere di più è in questo paese un po' troppo medioevale al negativo è la convinzione profonda che una cattedra universitaria sia un biglietto di visita irrinunciabile per i figli di papà. L'elenco delle dinastie nazionali è così lungo da infastidire, ormai, chi pure non ne può più di nepotismi elevati al quadrato. Ormai c'è di tutto. Drogati inclusi.

Di Trota in cattedra ce ne sono a bizzeffe, come si sa. Perché prendersela, allora (si fa per dire), con il povero rampollo-Bossi se, alla fin fine, si è solo accontentato di una laurea fantasma, limpida come il Kristal, conseguita, perfino a sua insaputa, in quel di Tirana (ALBANIA), per meglio giustificare un seggio nel consiglio regionale della Lombardia? Medioevo più, Medioevo meno, siamo alle solite. Dal papà-barone, figlio-barone.

"L'università sta morendo? Manderemo i nostri figli a studiare all'estero? Diventeremo una colonia culturale?" Domande impietose che, giorno dopo giorno, riecheggiano spaventose alle nostre orecchie.

Parole che un formidabile e intramontabile Maestro del pensiero moderno, tra i padri in assoluto dell'Anglistica italiana contemporanea, Fernando Ferrara, si poneva anni fa: lucidamente, criticamente; oscura profezia di un tempo che fu, che - purtroppo - è, che forse e ancora a lungo sarà in cotanta accademia italiana: ieri come oggi, oggi come domani. Per non trovare insoddisfatti il nulla prima di diventare nulla.

Siamo, perciò, estremamente grati al direttore di questo giornale se vorrà pubblicare una testimonianza autorevole di Fernando Ferrara sul problema-università degli anni '70; una testimonianza storicamente antica, eppure spaventosamente attuale, nel segno dei grandi maestri che pure questo Paese vanta, nella sua superiore e ineguagliabile tradizione di cultura e civiltà.

Galleria Fotografica

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Attualità

«Se non rispondi non muore nessuno», Anas e Polizia insieme per la sicurezza stradale

«Se non rispondi non muore nessuno. Quando guidi #GUIDAeBASTA». È la nuova campagna di sicurezza stradale promossa da Anas in collaborazione con Polizia di Stato, per sensibilizzare gli automobilisti sui pericoli che si corrono quando ci si distrae al volante. Il numero delle vittime sulle strade, infatti,...

Maiori piange il cartolibraio Tonino Pisani

Maiori a lutto per la prematura scomparsa di Tonino Pisani, lo storico cartolibraio di via Casa Mannini. Una vita dedicata al lavoro e alla famiglia, punto di riferimento irrinunciabile per generazioni di scolari maioresi, Tonino e' spirato in seguito a un malore improvviso, lasciando la moglie Ermelinda...

Scala segnala al Governo il recupero del sepolcro di Marinella Rufolo /FOTO

Con il Monumento sepolcrale di Marinella Rufolo della Cripta del Duomo di San Lorenzo Scala aderisce a "Italia viaggia nella bellezza", segnalando, alla mail governo@bellezza.it, il suo bene culturale da recuperare. La proposta è della Pro Loco di Scala dopo aver ottenuto il consenso della Parrocchia....

Cultura: Maiori affida i suoi tesori a un pool di giovani professionisti

Si è svolta ieri mattina (24 maggio) presso la sede della Soprintendenza di Salerno la conferenza stampa con la quale l'amministrazione comunale di Maiori, nella persona del Sindaco Antonio Capone e la funzionaria della Soprintendenza Beap di Salerno e Avellino Lina Sabino che ha annunciato la riapertura...

Il silenzioso trasloco di Gaetano Caltagirone dalla villa di Minuta al Paradiso

di Giuseppe Liuccio Si è fatto interprete dei sentimenti dell'intera Costa d'Amalfi il sindaco di Scala, Luigi Mansi, commentando la morte dell'architetto Gaetano Caltagirone con queste espressioni di grande e straordinaria sensibilità e verità "Se ne va un galantuomo, una delle menti più illuminate...

Torna il maltempo: Protezione Civile Campania annuncia criticità dalle 22

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di criticità idrogeologica di colore giallo legato alle peggioramento delle condizioni meteorologiche. A partire dalle 22 di oggi e fino allo stesso orario di domani "sull'intero territorio è previsto un peggioramento delle condizioni meteorologiche...